CALENDARIO EVENTI


Spesa Sospesa

  • Spesa SOSpesa: un pellicano giallo-ciano identifica il nuovo progetto senese per aiutare le famiglie in difficoltà

    Non potevamo allora trovare simbolo migliore per identificare una iniziativa intrapresa dalla Misericordia di Siena e dalla Caritas Diocesana di Siena, che, con le rispettive Bancarella della Solidarietà e Mensa dei Poveri, hanno una tradizione quasi ventennale nel sostegno delle famiglie più bisognose,

  •  Spesa SOSpesa: un pellicano giallo-ciano identifica il nuovo progetto senese per aiutare le famiglie in difficoltà

    Pochi sanno che il pellicano è un simbolo di carità: secondo un’antica leggenda, quando i piccoli del pellicano muoiono, il genitore si apre il petto e con il suo sangue riporta i piccoli alla luce. Anche nella realtà, il pellicano trasporta nel suo gozzo il cibo per i piccoli che ancora non possono lasciare il nido, perché ancora deboli e incapaci di volare.

     

    Non potevamo allora trovare simbolo migliore per identificare una iniziativa intrapresa dalla Misericordia di Siena e dalla Caritas Diocesana di Siena, che, con le rispettive Bancarella della Solidarietà e Mensa dei Poveri, hanno una tradizione quasi ventennale nel sostegno delle famiglie più bisognose, segnalate dai Servizi Sociali del Comune di Siena. Per dare una misura dell’impegno profuso, nel solo anno 2014 attraverso la Bancarella della Solidarietà sono stati distribuiti, grazie anche al sostegno del Banco Alimentare per i prodotti a lunga conservazione e di Unicoop Firenze – sezione soci di Siena per i prodotti freschi, circa 180 quintali di derrate alimentari, con 3.500 pacchi distribuiti a 600 famiglie. Ed il 2015 ha avuto andamento simile. Nel 2014, tuttavia, è terminato il programma europeo per la distribuzione di derrate alimentari agli indigenti (attuato in Italia da AGEA e fonte principale di fornitura del Banco Alimentare) limitando in maniera significativa le derrate distribuite dal Banco Alimentare. E le raccolte straordinarie, pur dando buoni frutti, non sono sufficienti a coprire tutto il fabbisogno.

     

    Per questo motivo abbiamo ideato ed è partita a metà dicembre presso i Supermercati Unicoop Firenze di Via Celso Cittadini e de Le Grondaie a Siena una nostra iniziativa di spesa SOSpesa, la prima in Italia realizzata in questa forma in una catena di grande distribuzione organizzata, che sarà caratterizzata appunto dal marchio del pellicano.

     

    Il nome è antico, deriva da una usanza civilissima, nata a Napoli nell’800, quella del caffè sospeso: vai a bere il tuo caffè e ne lasci uno pagato per un avventore che non può permetterselo. Questa tradizione del caffè pagato per chi è in difficoltà non solo si è diffusa in buona parte d’Italia, ma ha conquistato anche altri Paesi e ha subito un’evoluzione a metà dicembre del 2013 sfociando nella “spesa sospesa”, ideata da Coldiretti Lombardia ed attuata nella bottega agricola di via San Gottardo a Milano: in pratica chi fa la spesa nella bottega agricola può sottoscrivere una mini borsa con pasta, uova e salsa di pomodoro che viene consegnata a persone in situazioni di bisogno.

     

    Il modo in cui Unicoop Firenze ci ha permesso di realizzarlo è tuttavia modernissimo, e non solo perché usa la tecnologia.

     

    La prima novità è che ci sono 6 “spese SOSpese”: lavorando da molti anni con gli indigenti, ci siamo resi conto che le esigenze di una famiglia sono varie, ed abbiamo identificato alcuni momenti principali di bisogno – la pulizia personale e della casa, la colazione, i pasti principali. Da qui sono nati 6 diversi panieri di “spesa SOSpesa”, di contenuto e valore differente, da 2 a 8 €, che i clienti di Unicoop Firenze potranno donare, anche in funzione delle proprie possibilità:

         la cura dei denti, con spazzolino e dentifricio, del costo di 2€

         l’igiene personale, con sapone, shampoo/balsamo e dentifricio, del costo di 4 €

         l’igiene della casa, con panno carta, candeggina, detersivo per i pavimenti, i piatti ed il bucato, del costo di 5 €

         la colazione, con biscotti, succo d’arancia e miele, del costo di 6 €

         il pranzo, con riso, pelati e fagioli cannellini, del costo di 3 €

         la cena, con olio extravergine di oliva, tonno sott’olio, pelati e ceci, del costo di 8€

     

    Il prezzo dei 6 panieri è più basso del valore reale dei prodotti, poiché Unicoop ha scelto i prodotti con maggiore qualità al miglior prezzo, privilegiando i prodotti a marchio Coop ed applicando uno sconto sul prezzo di listino. Inoltre, poiché si tratta di prodotti presenti in negozio, ad essi si applicherà automaticamente nel tempo qualunque promozione che Unicoop Firenze attiverà per i suoi clienti.

     

    L’iniziativa può proseguire nel tempo e garantire un flusso costante di merce donata, senza la presenza dei volontari in negozio e semplificando notevolmente la logistica per Misericordia e Caritas: i prodotti contenuti nelle speseSOSpese donate dai clienti non saranno consegnati al momento dell’acquisto, ma saranno accantonati giornalmente nei magazzini del supermercato. Periodicamente Unicoop Firenze comunicherà a Misericordia e Caritas l’ammontare della merce a disposizione, che potrà essere ritirata per la distribuzione tramite la Bancarella della Solidarietà e i centri Caritas.

     

    Donare una Spesa SOSpesa per i clienti delle Grondaie e di Celso Cittadini è molto semplice: i clienti trovano alle casse 6 cartellini con il logo del pellicano, ognuno con la descrizione di una Spesa SOSpesa, il prezzo ed il codice a barre. Basta indicarlo alla cassiera o alle operatrici di supporto alle casse automatiche, per avere l’ammontare scelto addebitato sul proprio scontrino, con il dettaglio dei prodotti donati.

     

    Oltre che una grande semplificazione, questa modalità garantisce anche un’ottima tracciabilità della merce donata: dal momento in cui viene emesso lo scontrino, alla bolla di consegna dal magazzino Unicoop Firenze e di ingresso nel magazzino della nostra Bancarella, fino al registro di distribuzione. Una garanzia in più per i nostri donatori.

     

    Per rimarcare la destinazione caritatevole della merce donata, in ogni sacchetto di spesa distribuita attraverso la Bancarella della Solidarietà o i centri Caritas verrà inserito, oltre ai prodotti, un biglietto per la famiglia ricevente, con questo messaggio:

    “Cara famiglia,

    abbiamo acquistato questo pacco di generi di prima necessità, che ti verrà consegnato tramite la Misericordia di Siena e la Caritas Diocesana di Siena. Nell’augurarti che presto le tue difficoltà possano risolversi, ti salutiamo caramente.

    Una famiglia che non ti conosce, ma che ti vuole bene.

     

    L’iniziativa sarà attiva nei supermercati Le Grondaie e Celso Cittadini, in via sperimentale, per i primi sei mesi del 2016. Nei primi giorni di promozione della spesaSOSpesa, la Misericordia di Siena e la Caritas saranno presenti all’interno del negozio, per spiegare ai clienti i contenuti e le finalità dell’iniziativa.

     

     

    “L’iniziativa SpesaSOSpesa prosegue sul sentiero di solidarietà per il territorio già tracciato dalla Misericordia di Siena con Adotta una Famiglia – la campagna di raccolta fondi destinata alle famiglie in difficoltà – che nel 2014 ha raccolto ed erogato più di 40.000€, per affitti, bollette non pagate, farmaci, spese alimentari e trasporti sociosanitari gratuiti – e la generosità già dimostrata dai nostri concittadini troverà un nuovo modo di esprimersi.” dichiara Luigia Tauro, Fundraiser della Misericordia di Siena ed ideatrice del progetto Spesa SOSpesa.

     

     

    Ecco i cartelli per le SpeseSOSpese ▼


La Caritas Diocesana è l'organismo pastorale, istituito dall'Arcivescovo, per promuovere nella Comunità Ecclesiale diocesana e parrocchiale - anche in collaborazione con altri organismi - la testimonianza individuale e comunitaria della carità